Il Cambiamento fa paura quindi meglio non farlo

Il Cambiamento fa paura quindi meglio non farlo

Il Cambiamento fa paura quindi meglio non farlo

Il Cambiamento fa paura a tutti, quindi sarebbe meglio non farlo. Ma se vuoi star bene devi Cambiare.

Il cambiamento è una costante della vita, si cambia sempre e continuamente esattamente come il Mondo che ci circonda.

Il motivo per cui le persone sopportano di fare lavori che non amano o addirittura odiano, mantengono relazioni nocive e tossiche, false amicizie o che dipendono da vizi come fumo ed alcol sta tutto in una bassa soglia di tolleranza alla frustrazione.

Le cose dovrebbero essere facili, in realtà lo sono, ma a noi sembrano difficili. Quindi la necessità di cambiare è forte, tuttavia la paura di fallire ci impedisce di prendere la decisione di farlo e ci fa procrastinare. In questo modo restiamo nella stessa condizione peggiorando ogni giorno di più.

molti si dicono: “Se cambio deve andare bene, gli altri devono volermi sempre bene ed io devo riuscire nell’intento”, ma visto che non hanno la garanzia che questo avvenga lo rimandano o lo cancellano.

Il Cambiamento fa paura quindi meglio non farlo

La donna che vive con un uomo che la picchia o che ha una dipendenza non lo lascia per paura di non trovare un altro o che questo non la ami abbastanza; quindi si dice: “in fondo a modo suo mi ama”.

Questo vale per tutto, anche per il lavoro. Non si lascia quello vecchio poiché non c’è la certezza che quello nuovo sia migliore o che il capo sia più affabile.

Meglio sguazzare nella melma che conosciamo bene che cambiare.

A questo riguardo esistono tutta una serie di detti popolari che servono a rafforzare e confermare l’inutilità o il dubbio del cambiamento: “chi lascia la via vecchia per la nuova sa quello che lascia, ma non sa quello che trova”, “cadere dalla padella nella brace” ma esistono anche oltralpe, “plus ça change plus c’est la même chose” ovvero più si cambia più si trova la stessa cosa.

Il Cambiamento fa paura quindi meglio non farlo

Tutto questo esiste al fine di lenire il dolore e la frustrazione che si viene a generare per non aver perseguito il cambiamento.

E’ umano rimanere aggrappati a ciò che è noto. In linea di massima tendiamo a fare ciò che ci viene più facile ed il cui esito sia garantito, piuttosto che avventurarsi su un terreno sconosciuto. Le persone cercano il piacere a breve termine, questo edonismo immediato però li porta a soffrire a lungo termine.

All’inizio ho detto che il cambiamento è una costante della vita; quindi come cambiamo? Dal punto di vista biologico cresciamo ed invecchiamo, dal punto di vista emozionale e comportamentale lo facciamo quando siamo costretti. Purtroppo questo tipo di cambiamento non è un cambiamento e tutto tornerà come prima.

La morale è che se vogliamo vivere bene dobbiamo iniziare a scegliere di cambiare, tanto il cambiamento avverrà lo stesso, meglio scegliere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *