Non ci crederai ma i tuoi genitori ti hanno sabotato

Non ci crederai ma i tuoi genitori ti hanno sabotato

Non ci crederai ma i tuoi genitori ti hanno sabotato

Lo so che sembra strano e probabilmente non ci crederai, ma i tuoi genitori ti hanno sicuramente sabotato e ti spiego come.

Mary e Bob Goulding nel loro libro “Il cambiamento di vita nella terapia ridecisionale” hanno preso in considerazione una serie problematiche educative che i genitori sono soliti trasmettere alla progenie.

Le Ingiunzioni e le Controingiunzioni.

  • Le Ingiunzioni sono messaggi provenienti inconsci trasmessi in maniera subliminale che vanno dallo stato dell’lo Bambino del genitore reale, e sono emessi in relazione alle sofferenze personali, quali infelicità, angoscia, delusione, rabbia, frustrazione, desideri segreti.
  • Le Controingiunzioni sono messaggi espliciti trasmessi in maniera verbale che vanno dallo stato dell’Io Genitore dei genitori reali.

Questo concetto è molto complesso e non lo possiamo affrontare in maniera esaustiva in un blog.
Farò del mio meglio per essere semplice e chiaro nelle spiegazioni, in questo blog riprenderò l’argomento altre volte.

Non ci crederai ma i tuoi genitori ti hanno sabotato

Sia le Ingiunzioni che le controingiunzioni sono riferite all’età infantile del bambino, tuttavia si osservano nell’adulto ed è in questa età che sono chiamato ad intervenire per favorire il cambiamento.

Le ingiunzioni sono 12 e tutte negative, ma trattandosi di concetti molto complessi e delicati ho deciso di non inserirli nel blog. Vi suggerisco di leggere gli altri articoli che spesso trattano degli stessi argomenti dal punto di vista pratico, senza spiegare la teoria.

Le controingiunzioni o spinte sono solo 5 e, nonostante siano complesse anche loro, sono più semplici da spiegare. Quindi vediamole.

Non ci crederai ma i tuoi genitori ti hanno sabotato

Compiaci – Fallo per me
Le persone che rispondono a questa spinta fanno di tutto per compiacere e piacere. Questa è una spinta che affligge quasi tutti ed è un grosso freno alla libertà emotiva. Crea grossi problemi relazioni e mina fortemente l’autostima. Se fai qualcosa fallo per te, anche se i destinatari sono gli altri.

Sii forte
Queste persone sono a disagio nel mostrare i sentimenti e non lo fanno praticamente mai. Oltre a questo pare del tutto insensibile alle emozioni degli altri. Nella comunicazione efficace questa “spinta” cozza con la necessità di condividere ed esternare le emozioni.

Sforzati
Chi ha aderito a questa spinta è convinto che per ottenere le cose sia necessario fare fatica. Questo sembrerebbe una cosa buona, soprattutto se sei uno che non molla mai. Stai attento che questo atteggiamento ti porta all’autodistruzione. Mio papà lavorava duramente tutta la settimana, sabato e domenica che era a casa aveva il mal di testa. Lui rispondeva a questa spinta.

Sii perfetto
Dovresti fare di meglio è quello che si dice chi ha aderito a questa spinta. Mai pago dei risultati ottenuti cerca sempre uno standard più alto. Apparentemente una persona accurata, in realtà tende a non rispettare le scadenze poiché spesso bloccato dalla paura di sbagliare. Sicuramente una persona sempre insoddisfatta che non sa godersi la vita e la rovina anche a chi gli sta intorno.

Sbrigati
Il Bianconiglio rappresenta bene questo tipo di persona. Uno che va sempre di corsa per far incastrare tutto. Un iperattivo ed iperefficiente, ma ahimè spesso commette errori piccoli e grandi e tende a non capire neanche cosa stia facendo. Si perde la vita insomma. Dato che la fretta fa perdere tempo quindi è spesso in ritardo e deve affrettarsi di più.

Non ci crederai ma i tuoi genitori ti hanno sabotato

Fortunatamente è possibile abbandonare queste spinte ed iniziare a vivere la vita, se stessi ed i rapporti con gli altri in maniera libera e felice.

Non è sicuro che tu ce la possa fare da solo, per questo esistono i Life Coach, tuttavia ti voglio dare alcune indicazioni semplici da seguire.

Compiaci – Fallo per me, lo abbiamo già visto, ovvero se fai qualcosa fallo per te altrimenti non farlo e non preoccuparti di cosa penseranno gli altri.

Sii forte, cerca di essere quello che sei, vivi le tue emozioni e parlane senza vergogna. Tutti provano le tue stesse emozioni. Accettati per quello che sei ed anche gli altri lo faranno, se vuoi cambia, ma portando appresso le tue emozioni.

Sforzati, impara a valutare le cose che devi fare e fai tutto il possibile per farle, se non ce la fai non ti preoccupare non tutto è fattibile e quello che invece lo è, magari non adesso.

Sii perfetto, non puoi controllare tutto e non puoi fare tutto alla perfezione sempre. La vita è costellata di piccoli insuccessi ed è necessario accettarli e riderci sopra. Non fare una tragedia ogni volta che una cosa non funziona.

Sbrigati, “La natura non ha fretta, eppure tutto realizza”, così recita una frase di Lao Tse, allora perché non imparare dalla natura? La fretta non serve è molto più utile una sana programmazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *